Chiamaci 02 30050001
Dona ora

“Una scuola a regola d’arte” aggiornamenti dai progetti

Sono appena arrivate le ultime notizie dalle 5 scuole premiate attraverso il bando “Una scuola a regola d’arte” che stanno realizzando bellissimi percorsi formativi dedicati ad attività artistiche, per promuovere attraverso l’arte la sensibilizzazione e il coinvolgimento degli studenti attorno a tematiche sociali. I progetti, iniziati nel mese di novembre, si concluderanno tra maggio e giugno con la fine dell’anno scolastico.

“Coltivare nuovi sguardi” – Scuola secondaria di primo grado di Gazoldo degli Ippoliti

Il progetto nasce per promuovere nei preadolescenti la formazione di uno sguardo più consapevole su di sé e sugli altri in un clima di collaborazione, di rispetto reciproco e non giudizio. I ragazzi sono stati coinvolti in varie attività tra cui: lettura ad alta voce di brani di testi di letteratura per i ragazzi, esercizi di movimento ed espressione corporea, esercizi di scrittura creativa, ritratti e autoritratti fotografici, sperimentazione del mezzo fotografico, analisi dei prodotti fotografici e confronto con modelli di riferimento e attività di bricolage visivo. Grazie al percorso compiuto i ragazzi sono riusciti ad elaborare un autoritratto finale più variegato di quello iniziale e meno stereotipato, a testimonianza di quanto il loro sguardo si sia arricchito e affinato. Inoltre hanno avuto modo di conoscere meglio i compagni e di sperimentare le proprie possibilità creative.

“Con più tatto!” scuola primaria Don Oreste Benzi di Forlì

Il progetto rivolto ai bambini delle classi elementari ha proposto loro una esperienza artistica nel campo pittorico-grafico e nel lavoro legato alle attività manuali per porre l’attenzione verso la tutela di uno dei sensi più violentati e scarsamente rispettati nella nostra epoca: il senso del tatto. Il progetto ha previsto anche il confronto e lo scambio con la realtà di una scuola africana per ampliare lo sguardo verso diverse forme di espressione artistica e diversi manufatti accomunati da una medesima radice educativa e pedagogica. Le giornate si sono divise tra pittura (acquerello su carta bagnata)/disegno con mattoncini di cera) e attività manuale. Le esperienze più artistiche hanno fatto vivere ai bambini le qualità cromatiche dei colori, i loro accostamenti, la loro armonizzazione. Fiabe, osservazioni del mondo di natura (le stagioni, il tempo meteorologico, le ricorrenze, le feste), sono punto di partenza, spunto e stimolo al tema di volta in volta proposto per la pratica artistica. Il lavoro manuale viene finalizzato alla realizzazione di oggetti da utilizzare: cuscini ricamati, sciarpe eseguite con la maglia a dito, decorazioni di tovagliette.

 

“Gedeone l’aquilone curiosone: viaggio attraverso le culture” scuola dell’infanzia Il Piccolo Principe di Ravenna

Il progetto coinvolge i bambini per mezzo della musica nella scoperta delle diversità sia culturali che musicali e nell’espressione di stati d’animo ed emozioni. I bambini sono stati coinvolti nella scoperta delle note musicali con esperienze motorie, nella costruzione di strumenti musicali con materiale di riciclo, in coreografie e movimenti ritmici e nella lettura della storia dell’aquilone Gedeone per avvicinarli al concetto astratto di multi-cultura, ritrovata nelle diverse musiche, storie e tradizioni dal mondo.

“Circus-aggregazione in classe” scuola primaria Tenente Cavalli e caduti per la Patria di Occimiano

Il progetto ha sviluppato nei bambini competenze base di acrobatica a terra e di strumenti di giocoleria. Le differenti attività proposte hanno promosso lo sviluppo dei potenziali e delle risorse dei bambini al fine di creare relazioni accoglienti e facilitanti in classe grazie ad un clima di integrazione, collaborazione, cooperazione. Attraverso proposte che portano al fare esperienza del “mettersi nei panni altrui” si è lavorato sullo sviluppare empatia e rispetto riducendo così atti di violenza e bullismo. Alla fine del percorso è stato realizzato lo spettacolo “Il treno dei desideri” che ha coinvolto tutti gli 83 bambini in una restituzione del percorso di fronte alle famiglie e alla cittadinanza.

 

“Cantare fa star bene” scuola primaria Fellini di Borgo Virgilio

L’obiettivo generale del progetto è stato quello dell’alfabetizzazione musicale e canora per imparare a stare e a lavorare in gruppo, rispettare le regole, ascoltare, sviluppare la creatività, avere fiducia in se stessi e negli altri rinforzando l’autostima, superare i propri limiti e sviluppare le proprie doti. Negli scorsi mesi bambini e insegnanti insieme alla accademia Musicalmente hanno realizzato la playlist che verrà a fine anno incisa su CD. Le canzoni sono legate ai temi dell’inclusione, del rispetto dell’ambiente e della legalità.